Blefaroplastica, l’intervento delle palpebre cadenti

L’inestetismo delle palpebre cadenti è un problema abbastanza frequente che di solito si presenta progressivamente dopo i 40 anni anche se alcuni pazienti possono presentare il difetto estetico palpebrale già in giovane età come caratteristica congenita. Le palpebre cadenti rendono lo sguardo meno vispo ed invecchiano l’aspetto dell’intero viso. I pazienti che si sottopongono alla blefaroplastica per risolvere il problema delle palpebre cadenti migliorano l’estetica efficacemente e acquisiscono un aspetto ringiovanito.

Perché si esegue la blefaroplastica?

La blefaroplastica viene utilizzata per ringiovanire il contorno occhi e restituire luce e vitalità agli occhi. Questa è una procedura molto poco invasiva, ma richiede esperienza, attenzione ai dettagli e tecnica chirurgica delicata, soprattutto quando è coinvolta la palpebra inferiore. Se sono presenti le cosiddette sacche di grasso e/o pelle in eccesso, possono essere eseguite solo sulla palpebra superiore, solo sulla palpebra inferiore o su entrambe.

Tecnica della blefaroplastica

L’intervento chirurgico viene solitamente eseguito in day hospital o ambulatorio, in anestesia locale e occasionalmente con farmaci per la sedazione, della durata di circa 1 ora per la chirurgia semplice e di circa 2 ore per la chirurgia combinata. Le incisioni chirurgiche vengono eseguite a livello subciliare o transcongiuntivale nella blefaroplastica inferiore e al livello di transizione tra la palpebra e la pelle orbitale nella blefaroplastica superiore. Attraverso queste incisioni, tutto il tessuto profondo può essere rimosso, rimodellato e modellato.

Post operatorio

I pazienti di solito tornano facilmente al loro normale stile di vita entro pochi giorni. Le suture sono state rimosse definitivamente il quinto giorno postoperatorio e il paziente ha potuto tranquillamente tornare a una normale vita relazionale una settimana dopo senza risultati particolarmente evidenti dall’intervento chirurgico. In un breve lasso di tempo, le cicatrici sono quasi invisibili e i risultati sono generalmente molto soddisfacenti e incoraggianti. Le cicatrici di solito diventano quasi impercettibili entro 4/6 settimane, ma verranno identificate dopo circa 6 mesi;